Si Shao (四梢) Le quattro estremità

In altri articoli precedentemente scritti approfondiamo le diverse teorie essenziali dello stile Shaolin, come ad esempio: le sei armonie (tre esterne e tre interne), san jie o tre sezioni (parte superiore del corpo, parte centrale e radice); yin e yang e i cinque elementi. Tutte queste teorie essenziali costituiscono il nucleo dello stile Shaolin in termini di come il nostro corpo deve muoversi dall'interno verso l'esterno e dall'esterno verso l'interno, dall'unione delle catene muscolari all'unione delle estremità o delle articolazioni, senza smettere di menzionare l'unione di respirazione e movimento. In questo articolo approfondiremo la teoria di Si Shao, i quattro arti o quattro punti. Questi quattro arti sono aree del corpo che si devono forzare con "intenzione" di attivare con Qi (energia) il suo specifico elemento anatomico del corpo. L'azione di unire e attivare tutti questi elementi (capelli, unghie, denti e lingua), insieme al Qi, ci aiuterà a generare più energia interna. Questo metodo - l'attivazione si basa sulla simulazione di un potente stato di rabbia fisica pari a quello di un animale con le spalle al muro che cerca di difendersi da un avversario ancora più pericoloso.