Namo Amituofo nella Cultura di Shaolin



In questo articolo di oggi analizzeremo il termine Namo Amituofo 南 无 阿弥陀佛.


Quante volte i praticanti di Shaolin Gong fu hanno sentito o ripetuto le parole Namo Amituofo o semplicemente Amituofo senza sapere cosa significasse veramente? Questa parola è una forma di saluto di uso comune nella tradizione buddista, specialmente nelle scuole Pure Land 净土 宗 e Chánjiā 禅家 (buddismo Zen).


Amituofo è il saluto comune dei monaci Shaolin e degli studenti nelle scuole dove si pratica il Gong Fu Shaolin ed è una parola molto importante all'interno della tradizione Shaolin.


Molti praticanti ripetono questa parola per anni senza mai sapere cosa significhi o a cosa serva, ma non possiamo mai dimenticare che ripetendo Amituofo stiamo ricordando Buddha. Possiamo cantare Namo Amituofo o semplicemente ripeterlo a bassa voce o ripeterlo mentalmente per trasformarlo in una forma di concentrazione e meditazione (protezione della mente).


Quando recitiamo un Sutra viviamo un lungo momento in cui molte cose passano per la nostra mente fino a quando iniziano a disperdersi a poco a poco, questo è un modo per proteggere la mente. Allo stesso modo con una singola recitazione di Namo Amitabha possiamo distruggere innumerevoli eoni di karma negativo.


La pratica di «Niànfó»


Niànfó 念仏 è una pratica ben nota all'interno della tradizione Shaolin. Niànfó è la pratica buddista di ripetere la frase "Na-mo A-mi-to Fo" che è letteralmente "Tributo a Amitabha Buddha", attraverso la sua ripetizione ci assicuriamo di rinascere nella sua Terra Pura.


Il carattere cinese 念 (Niàn) è composto da due parti: da 今 (jīn) 'adesso, il presente' e 心 (xīn) 'cuore o mente' la parte superiore si riferisce quindi al presente e la parte inferiore alla mente. 仏(fó) è il carattere per definire Buddha (in sanscrito letteralmente "risvegliato"). Quindi il termine niànfó potrebbe essere tradotto come consapevole del Buddha, oppure indicare la mente focalizzata sul risveglio.


Namo è una traslitterazione del sanscrito, un'antica lingua indiana, e significa "rifugiarsi", Amituofo è un'altra traslitterazione del sanscrito e significa "vita infinita" o "saggezza infinita".


"Namo Amituofo significa luce infinita, vita infinita, saggezza infinita."


"南 无 阿弥陀佛! 无量 光 、 无量 寿 、 无量 智慧。"


Quando un monaco dice "Amituofo" è come inviare una benedizione dal suo cuore direttamente al cuore della gente.