L'essenza del pugno di shaolin – La vera base del Shaolin Wugong

Si dice che per raggiungere la vetta del Wugong (武功), oltre al metodo di allenamento adeguato, sia necessaria la realizzazione di jing shen (purificazione dello spirito).


La vera base di Shaolin gongfa (少林 功夫 - metodo di allenamento wugong) non sta nella forza dei pugni o sulle orme dei passi, tanto meno nei movimenti sorprendenti, ma nella pratica della meditazione.


Nel lignaggio Chan (Zen) del Tempio Shaolin, la radice del wugong è il chan stesso, cioè eliminare la competitività e lasciarsi alle spalle le tentazioni di fare del male. Per praticare alti livelli di gong fu, i pensieri impuri devono essere scartati al fine di ottenere movimenti fluidi come il flusso di un fiume. Pertanto, nel corso della storia i monaci guerrieri hanno raggiunto la cuspide del wugong attraverso la pratica del chan (meditazione)


Shaolin quanfa (a forma di pugno) è il fondamento di Shaolin gongfu. Secondo gli antichi scritti conservati nel Tempio di Shaolin, nell'era di Beiwei (北魏), dopo l'istituzione del lignaggio del Chan (zen) di Damo (Bodhidharma), i monaci trascorsero lunghe ore seduti seduti con la pratica del chan. Al fine di alleviare la fatica hanno creato diciotto movimenti dall'osservazione degli animali, che hanno dato origine a Luo han shi ba shou (罗汉 十八 手 - diciotto mani di luohan) e sono serviti come base per lo sviluppo di wu qin xi (五 禽 戏), ba duan jin (八段 锦), yi jin jing (易筋经) e altre forme.


Nel nostro Blog

Ti sembra interessante il nostro Blog?

iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità